HDPE post consumo

I granuli in HDPE provengono dalla raccolta differenziata urbana in particolare da flaconi della detergenza, per quanto riguarda l’estrusione o da tappi e cassette multiuso per quanto riguarda lo stampaggio.

I flaconi vengono raccolti, macinati, lavati, separati per colore attraverso macchine a lettura ottica e estrusi rispettando ricette che considerano, la bassa % di PP contenuta (normalmente entro il 2%) la densità, un’ottima filtrazione che va da 60 a 100 micron e la colorazione finale del granulo a seconda della richiesta del cliente.

Si possono ottenere granuli con colorazioni chiare (famiglie di bianchi, rossi, gialli, azzurri, ecc.) e colorazioni scure in tonalità e sfumature differenti.

I campi di applicazione sono la produzione di flaconi della detergenza o industriali da 0,5 a 20 litri al 100% o mischiati con il vergine, ai tubi corrugati e lisci con ricette per le pareti esterne ed interne, ai film con un compound con LLD e vergine producendo spessori da 10-15 micron, membrane flessibili, profili, ecc.

Per quanto riguarda l’HDPE da stampaggio si possono produrre granuli divisi per colore da MFI 2 a MFI 8 con filtrazioni che dipendono dal prodotto finale che si deve stampare.

Anche in questo caso il ciclo di lavorazione prevede la macinazione, il lavaggio e la successiva estrusione. Imballi in BB di 1200 Kg.