AEREO ELETTRICO: LE NUOVE SFIDE DELLE ENERGIE RINNOVABILI

Domenica, 1 novembre 2020 | Energie Rinnovabili
Marco Arezio - Consulente materie plastiche - Aereo elettrico: le nuove sfide delle energie rinnovabili

Dopo auto, moto e treni elettrici qualcosa si muove nel campo dell’aereonautica – ecco l’aereo elettrico –

L’aereo elettrico potrebbe essere la risposta al crescente movimento “FlightShame” (vergogna di volare) che cerca strade alternative all’aereo per gli spostamenti di piccolo e medio raggio.

Non c’è dubbio che il trasporto aereo è il maggior responsabile delle emissioni di CO2 nel campo della mobilità e, il crescente flusso di passeggeri che non vede tregua negli ultimi anni, non fa ben sperare per la qualità dell’aria.

Dobbiamo però anche riconoscere che dal 1990 la percentuale di CO2 per passeggero trasportato è diminuita del 60% nonostante un incremento di passeggeri pari al 330%, ma nel complesso delle emissioni, l’incremento è stato del 90%. .

A fronte di una situazione ambientale compromessa e a causa del timore che le compagnie aeree possano perdere passeggeri, venendo etichettate come inquinatori seriali, sono allo studio soluzioni che possano rendere il trasporto aereo meno dipendente dai carburanti fossili e più dalle energie rinnovabili.

Un precursore di queste ricerche è la compagnia aerea Easyjet, che ha dichiarato di stare lavorando ad un progetto per poter volare, entro 10 anni, con aerei elettrici.

Per poter mettere in volo un aereo spinto da energia rinnovabile bisogna partire dalla sua progettazione, ex novo, in quanto il peso e l’aereodinamica sono elementi da tenere in gran considerazione. Quindi, largo spazio ai nuovi materiali, come il carbonio, e alle nuove geometrie alari che dovranno essere sempre meno impattanti all’attrito dell’aria.

Come ogni nuovo progetto si faranno una serie di passi che permetteranno di raggiungere il traguardo desiderato risolvendo ad una ad una le problematiche oggi esistenti.

Infatti il primo obbiettivo sarà quello di poter usare aerei elettrici nelle tratte brevi, fino a 500 Km., per poi puntare a tratte più lunghe quando la tecnologia delle batterie permetterà una riserva di energia maggiore.

Nel frattempo Airbus sta lavorando al progetto di aerei ibridi, che possano anche utilizzare bio carburanti, una risposta probabilmente più immediata sulle lunghe tratte agli aerei elettrici. Inoltre, ha stretto un’alleanza con la start-up Americana Wright Elettric, per la costruzione di un motore per un un aereo a 9 posti totalmente elettrico, dopo aver sperimentato alcuni voli con un biposto.

Anche in Canada si stanno facendo voli test su brevi percorsi, con aerei elettrici, che possano, in un prossimo futuro, collegare le isole vicino alla costa o portare i turisti nelle località sciistiche.

Il primo volo sperimentale ha percorso circa 160 chilometri (100 miglia) con un motore alimentato a batterie al litio, senza creare nessun tipo di problema, nel silenzio assoluto e senza danneggiare l’ambiente.

CONDIVIDI
Copyright © 2020 - Privacy Policy - Cookie Policy | Tailor made by eWeb