IL VETRO NELL’ECONOMIA CIRCOLARE.

Venerdì, 6 marzo 2020 | Economia circolare
Marco Arezio - Consulente materie plastiche - Il vetro nell’economia circolare.

L’incremento dell’uso del vetro si vede al supermercato.

L’incremento dell’uso del vetro si vede al supermercato. Il fatturato degli imballi di vetro, nelle catene dei supermercati, sta avendo un trend in ascesa su molti prodotti che si trovano nelle corsie dei prodotti alimentari.

Secondo un’indagine fatta da Assovetro in Italia l’85% del fatturato degli articoli come la birra, i sughi e il vino è coperto da imballi in vetro. Se consideriamo la crescita percentuale nel triennio 2016-2019 vediamo dati sempre positivi, con un 17% di incremento di fatturato per i sughi in vetro, 16% per le birre e 13% per il vino.

Valori con incrementi minori, ma sempre positivi, li troviamo peri i prodotti come l’olio, i succhi e le conserve generiche, con una punta del 10% di incremento per i succhi in vetro.

Questi dati sono stati presentati a Milano, ad un convegno sulla grande distribuzione in Italia, in cui hanno partecipato esponenti del settore produttivo, distributivo e alimentare.

La sensibilità dei consumatori agli imballi diversi dalla plastica, seppur nati da una distorta idea che la plastica possa inquinare in ogni caso, porta al comparto del vetro un ritrovato interesse negli acquisti della gente.

Non è quindi solo il settore premium delle bevande, che raccolgono in sé prodotti di alto valore simbolico o di livello qualitativo superiore alla media, che sta crescendo, ma tutto il comparto compresi i settori più di larga rotazione nei supermercati.

Cogliendo questo nuovo vento positivo verso l’imballo del vetro, l’industria europea di questo packaging si è posta come obbiettivo, da raggiungere entro il 2030, il tasso medio di raccolta per i vetro destinato al riciclo, al 90%.

CONDIVIDI
Copyright © 2020 - Privacy Policy - Cookie Policy | Tailor made by eWeb